Responsabilità per smarrimento, danni o ritardo con UPS


Quanto segue costituisce un riepilogo, a scopo informativo di alcune disposizioni rilevanti delle Condizioni Generali di Trasporto UPS. Per le disposizioni integrali bisogna fare riferimento alle Condizioni Generali di Trasporto UPS, nella loro versione integrale che, in caso di discrepanza,  prevalgono rispetto al presente documento.

Trasporto internazionale: in caso di trasporto internazionale, si applicano le convenzioni internazionali: in particolare la Convenzione di Varsavia o di montreal in caso di trasporto aereo e la convenzione CMR in caso di trasporto su strada. In molti Paesi le disposizioni di tali convenzioni regolamentano anche i trasporti meramente nazionali. Ove applicabili, le disposizioni della Convenzione di Varsavia, di Montreal e CMR disciplinano e in molti casi limitano le responsabilità UPS in caso di smarrimento, danni o ritardo nella consegna di una spedizione.

  • Il limite di responsabilità previsto dalla Convenzione di Varsavia e di Montreal è solitamente pari a 19 Diritti Speciali di Prelievo (DSP) per chilogrammo di merce danneggiata.
  • Il limite di responsabilità previsto dalla Convenzione CMR è pari a 8,33 DSP per chilogrammo, ma limitato all’ammontare dei costi di trasporto in caso di ritardo della consegna.

Altre norme di trasporto, ove le convenzioni non siano applicabili, rendono UPS responsabile unicamente in caso di smarrimento, danneggiamento o ritardo, nella consegna di un pacco dovuti a negligenza di UPS ed entro i seguenti limiti:

  • Euro 85,00 per spedizione, ovvero
  • se maggiore, 8,33 DSP per chilogrammo di merce danneggiata.

In ogni caso UPS risponde solo dei danni che siano stati provati dal richiedente.

Si potrà ottenere un più elevato livello di responsabilità dichiarando un maggior valore della merce sulla documentazione di trasporto UPS e pagando il corrispondente prezzo aggiuntivo. Qualore venga dichiarato un maggior valore della merce e pagato il prezzo corrispondente, UPS risponderà dei danni che vengono provati e comunque per un ammontare non superiore alla somma dichiarata.

Il valore della merce in questione non potrà in ogni caso superare 50.000 USD (500 USD in caso di gioielli e orologi, esclusa la bigiottera) ovvero l’equivalente in valuta locale per pacco per una spedizione di piccoli pacchi, o 100.000 USD o l’equivalente in valuta locale, per pallet di una spedizione Worldwide Express Freight, in quanto UPS non svolge il servizio di trasporto merci con un valore superiore a tali importi.

Fatta eccezione per i casi in cui le disposizioni delle Convenzioni o altre disposizioni imperative nazionali dispongano altrimenti, UPS non sarà responsabile per i danni patrimoniali diversi dal danno emergente (quali la perdita di profitti o di chance commerciali, ovvero il lucro cessante), a prescindered al fatto che sia stato dichiarato un valore per il trasporto della spedizione in questione. UPS inoltre non è responsabile per il danneggiamento o lo smarrimento di un imballaggio o pallet.

Tutte le richieste di risarcimento nei confronti di UPS devono essere notificate per iscritto appena possibile e, in ogni caso, entro lo specifico termine stabilito nelle Condizioni Generali UPS. In alcune circostanze le disposizioni delle Convenzioni, ove applicabili, consentono che la richiesta di risarcimento venga notificata oltri tali termini.

In aggiunta a quanto sopra, qualsiasi azione legale in relazione ad una spedizione deve essere intrapresa e notificata per iscritto a UPS entro otto mesi dalla consegna, ovvero, in caso di mancata consegna, entro otto mesi dalla data prevista per la consegna. Ove le Convenzioni di varsavia, di Montreal o CMR siano applicabili, sono previsti dei termini maggiori per intraprendere una azione legale. In sostanza:

  • 2 anni ai sensi della Convenzione di Varsavia edi Montreal
  • 1 anno ai sensi della Convenzione CMR, estendibili a 3 anni qualora ci sia stato dolo da parte di UPS.