NEXIVE ancora più forte in Emilia Romagna

Un balzo del +38% di volumi distribuiti in tre anni. Nexive, fino a maggio 2014 operativa come TNT Post, in Emilia Romagna ha uno dei fulcri del suo sviluppo.

Per il primo operatore postale privato italiano l’area del centro Nord, ed in particolare l’Emilia Romagna, è strategica per disegnare il futuro del mercato postale. Nel 2013, per quanto riguarda la posta certificata, in Emilia Romagna Nexive ha raccolto il 13% di volumi di tutto il territorio nazionale e ha distribuito oltre il 13% del totale delle consegne a livello nazionale. Sono infatti quasi 60milioni i volumi di posta certificata movimentati in regione, cui si aggiungono un milione di raccomandate lavorate e distribuite.

In forte incremento in Emilia Romagna anche la copertura del primo operatore postale privato del Paese: dal 75,9% del 2012, Nexive conta di chiudere il 2014 a quota 81,1% delle famiglie servite. Per l’area metropolitana bolognese, Nexive vanta una copertura del 100% delle famiglie già dal 2011. Tutto questo mentre si avvicina al traguardo di un anno e mezzo di attività il rinnovato Hub di Casalecchio di Reno, centro primario che movimenta 250mila pezzi e 100 pallet al giorno. L’Hub è il punto centrale per la raccolta, lo smistamento e la distribuzione per il bacino che comprende Emilia Romagna e Marche. Da Casalecchio si diramano 18 collegamenti di linee secondarie.

NEXIVE in Emilia Romagna ha sviluppato una rete di oltre 60 punti creando lavoro per oltre 500 persone. “Questi numeri testimoniano e descrivono perfettamente l’impegno di Nexive in Emilia Romagna, – ha commentato Luciano Traja, Network Execution Director di Nexive – una regione strategica sia per la posizione geografica, sia per la presenza abitativa e ricchezza del tessuto economico. I rapporti consolidati con le maggiori realtà economiche, l’esperienza e l’affidabilità della nostra storia e la competitività dei nostri servizi ci hanno permesso e ci permetteranno di crescere e di contribuire in modo significativo all’economia emiliana.”