Estratto delle condizioni generali dei servizi spedizioni Artoni/Da Rold


Ambito di applicazione: Le presente condizioni si applicano a tutte le spedizioni effettuate in riferimento al contratto di fornitura in essere; per quanto non previsto, si applicano le Condizioni Federcorrieri praticate dai Corrieri e Spedizionieri italiani e depositate presso tutte le C.C.I.A.A. Il 7 gennaio 1997. Nell’ipotesi di contrasto tra le CondizioniContrattuali Artoni e quelle Federcorrieri, prevalgono le prime.

Facoltà di recesso: Il vettore può dare disdetta del contratto con 10 giorni di preavviso o con effetto immediato in caso di morosità del cliente. Nel periodo feriale il Vettore può sospendere il servizio, dandone comunicazione con 15 giorni di anticipo.

Incasso assegni: Nel caso di consegne in contrassegno, il cliente ha l’obbligo di riportare in forma scritta e ben evidente la dicitura CONTRASSEGNO in tutti i documenti, ivi compreso il documento di trasporto, specificando importo da incassare, in cifre e in lettere e la modalità di incasso.

Il Vettore non è obbligato a comunicare l’esecuione del servizio, non ha alcuna responsabilità nel caso di smarrimento di contanti o titoli ricevuti, se al portatore o girati in bianco, mentre ha l’obbligo di denunciare lo smarrimento e il furto in caso di assegni non trasferibili, nel rispetto degli art. 73 e 86 della Legge Assegni.

Diritto di ritenzione: Essendoci un contratto in essere, in caso di inadempimento del Committente, il Vettore ha la facoltà di esercitare il diritto di ritenzione tramite merci, assegni, bancali ecc., secondo quanto previsto dagli ex art. 2756/2761 del Codice Civile e art. 23 delle Condizioni Federcorrieri.

Tempi di resa: I tempi di resa dichiarati sono da intendersi indicativi e non vincolanti, in quanto dipendenti da molti fattori non sotto il diretto controllo del Vettore, pertanto giuridicamente e legalmente non Vi è nessun obbligo da questo punto di vista. Non hanno valenza indicazioni unilaterali poste dal Committente direttamente sul ddt, relative a tempi di resa richiesti.

In caso di mancata esecuzione del servizio nei tempi attesi o previsti, il Vettore non è pertanto responsabile neanche dei danni indiretti quali a titolo esemplificativo: perdita di guadagno, avviamento, rapporto con la clientela.

Queste norme si applicano su tutti gli ordini diretti e sugli ordini di ritiro (o.d.r.). Il vettore ha il diritto di non accettare determinati o.d.r..

Le informazioni e disposizioni richieste dal Committente, devono sempre essere riportate anche nel documento di trasporto (d.d.t.), comprese eventuali disposizioni doganali e di allegare la documentazione necessaria. Il Committente può richiedere modifiche alle modalità di esecuzione del servizio, purchè le stesse siano attuabili e gli extra costi siano accettati da parte del Committente richiedente. Il Vettore non assume responsabilità sulla mancata od errata ricezione delle informazioni inviate dal Committente, non che sulla veridicità delle stesse.

Il Vettore ha l’obbligo di consegnare le merci al luogo indicato nel ddt, senza impegni di consegna ad una specifica persona.

Responsabilità del Vettore: I trasporti in Italia sono regolamentati dalla  norma di legge artt. 1693, 1o comma, 1694 e 1696 del Codice Civile, mentre le spedizioni in Europa vengono risarciti in base alla C.M.R. I risarcimenti a carico del Vettore, non solo per merce smarrita ma anche per danni ad esso imputabili, sono pari 1,00 € per ogni kg lordo di peso, fino a un massimo di 8,33€ nel caso di spedizioni Estere.

Il Committente si impegna a fornire tutta la documentazione necessaria alla determinazione sia delle responsabilità che della quantificazione dei danni.

Il Committente si impegna ad esonerare il Vettore da rischi di rivalsa da parte di Compagnie assicuratrici alle quali il Committente stesso si fosse rivolto per assicurare le proprie merci.

Vengono prese in considerazione sono riserve specifiche sui danni/mancanze rilevate al momento della consegna, ritenendo non idee segnalazioni e riserve standard, molto generiche.

I danni occulti, cioè non visibili dall’esterno, possono essere rimborsabili solo a fronte di una serie di accorgimenti in relazione all’imballo utilizzato: adeguato al tipo di prodotto da proteggere, con nastro personalizzato, con diciture “‘mirate” a garantire una adeguata movementazione dello stesso “ad esempio: fragile, alto, maneggiare, con cura). In ogni caso l’onere della prova che il danno occulto dell’oggetto è stato causato dal trasporto, è a carico del Committente.

In caso di inversione colli, il Vettore non si assume alcuna responsabilità in seguito alle modalità di movimentazione dei colli da parte del soggetto erroneamente ricevente, sopratutto se trattasi di soggetto estero.

Anche se un trasporto deve andare o arriva dall’estero, nel momento che è temporanamente affidato a un Vettore nazionale, la competenza territoriale è quella nazionale.

Prova di consegna (pod = proof of delivery): Il Vettore è tenuto a fornire, su richiesta, la prova fisica di consegna, entro un anno dalla data di consegna. La pod potrà essere cartacea o in formato elettronico e viene pagata secondo quando previsto negli accordi contrattuali.

Bancali a rendere: I bancali sono parte integrante dell’imballaggio e pertanto di pertinenza esclusiva del destinatario e la relativa tara concorre al calcolo del peso tassabile. La gestione del reso dei bancali può essere effttuata solamente nel caso in cui la stessa sia espressamente prevista in ddt attraverso l’indicazione della tara, nonchè, ben evidente, la dicitura BANCALI DA RENDERE AL VETTORE ALLA CONSEGNA. i bancali dovranno essere marcati EPAL, nel caso non lo fossero, il Vettore non risponderà della gestione di quel tipo di bancali.

Qualora il destinatario ritardi nella riconsegna dei bancali vuoti, oltre al termine del tempo previsto per lo scarico, Il Vettore ha la facoltà di ripartire con i soli bancali ricevuti in restituzione, dando adeguata evidenza in bolla della mancata riconsegna totale o parziale dei bancali. Per tale “ammanco” il mittente si potrà rivalere solamente nei confronti del destinatario.

Il Vettore non risponde per danni ai bancali, se non per colpa grave.

Il vettore è inoltre esonerato per qualsiasi danno o mancanza di pallets, imputabile al destinatario ed ha facoltà di annotare in ddt eventuali segnalazioni rilevanti in tal senso.

Usi e consuetudini: per quanto non previsto dalle presenti Condizioni Generali, si fa riferimento agli usi e consuetudini del settore trasporto collettame come contenuti nelle Condizioni Generali e Diritti e Tariffe della Federcorrieri.

Caso fortuito: si presumono e definiscono “caso fortuito o di forza maggiore” ai sensi dell’articolo 1694 del Codice Civile, il furto, la rapina, il saccheggio, gli scioperi, le serrate, le sommosse, gli atti di terrorismo, la pirateria, l’incendio, le calamità e le interruzioni della viabilità.

Merci non affidabili al vettore, spedizioni a Fiere, Medicinali, Prodotti Alimentari: Non potranno essere affidati al Vettore i seguenti prodotti, che il Vettore dichiara fin d’ora di non accettare: preziosi, titoli, quadri, articoli di antiquariato, ecc., non essendo tra l’altro assicurabili con polizzevettoriali, prodotti deperibili, merci ADR, beni il cui trasporto è per legge proibito, come armi, valori bollati, tabacchi ecc.

I trasporti con destinazione fiere, saloni, esposizioni ecc., sono accettate solo se preventivamente concordate con il Vettore e solo se sul ddt sono riportate le informazioni aggiuntive necessarie, quali la data di consegna richiesta, numero di stand, persona da contattare e Suo numero di telefono.

I medicinali potranno essere affidati solo se non necessitano di alcun controllo della temperatura di conservazione.

Prodotti alimentari possono essere affidati solo se considerabili prodotti non deperibili e/o non conservabili esclusivamente a temperature predeterminate. Tali prodotti dovranno essere perfettamente imballati e sigillati, al fine di evitarne qualsiasi forma di contaminazione.

Il Committente garantisce al Vettore di assolvere agli obblighi di rintracciabilità dei prodotti alimentari secondo quanto previsto dal Regolamento CE n. 178/02. Il Committente prende atto che la merce viaggia in mezzi promiscui, obbligandosi a tenere manlevato il Vettore da qualunque responsabilità derivante dall’affidamento di merci non accettate sopra citate.

Si precisa che il Vettore non ha nessun obbligo di controllo della corrispondenza tra merce dichiarata e merce effettivamente imballata da consegnare.

Gianluca

L'esperienza commerciale prima, gestionale e direzionale poi, unite a una passione per internet e il web, mi hanno portato a una forta specializzazione nell'ecommerce. Dal 2012 ho acquisito importanti competenze sulle spedizioni online di merci.